Le macchine pensanti

9 Febbraio 1955. Lacan sta tenendo la decima lezione del suo secondo seminario, intitolato L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi. Il seminario è molto bello, interessante sotto innumerevoli punti di vista. Lacan riprende Freud passo passo, chiede di leggerlo con attenzione, di non precipitarsi a voler capire e interpretare quello che … Leggi tutto Le macchine pensanti

Il futuro visto dai giovani

Ero ancora piccolo quando andai al cinema a vedere Ritorno al Futuro parte II. Rimasi senza parole nel pensare che nel 2015 ci sarebbero state scarpe che si autollacciavano, skateboard che planavano sull’aria, macchine volanti…possibile oppure solo fantascienza? Mi spiegarono che quello era un film, che in trent’anni non ci sarebbero stati cambiamenti così rivoluzionari. … Leggi tutto Il futuro visto dai giovani

Basta parlare di nativi digitali

La definizione di nativi digitali e immigrati digitali, coniata da Prensky nel 2001, ha avuto un notevole successo. Secondo Prensky i ragazzi nati nell’era digitale possiedono una capacità innata nell’utilizzo delle tecnologie mentre gli adulti, nati e cresciuti nell’era analogica, sono obbligati a imparare, spesso dai propri figli, queste capacità. Lo devo ammettere, anche io inizialmente … Leggi tutto Basta parlare di nativi digitali

Internet in Africa

Più di un volta, durante questo periodo in Africa, mi sono chiesto se stessimo vivendo nel 2014. Le strade non asfaltate, i villaggi di case di fango, l’assenza di acqua corrente, i bagni costruiti facendo un buco nel terreno...anche a Kampala, se pur le differenze con il resto dell’Uganda si notano, la situazione non è … Leggi tutto Internet in Africa

Self-tracking: più o meno potere?

Oggi possediamo strumenti che permettono di registrare i nostri comportamenti, trasformarli in numeri, archiviarli, analizzarli, condividerli sui social media e, infine, ipotizzare i motivi per cui ci comportiamo in un determinato modo. Se ci si limita a una lettura superficiale del fenomeno, si potrebbe pensare che questa pratica sia poco comune e che sia portata … Leggi tutto Self-tracking: più o meno potere?

Abbiamo bisogno dell’Altro!

In tempi non molto lontani, era impossibile per la maggior parte delle persone avere un pubblico a cui rivolgersi. I giornalisti, gli attori, gli scrittori, i musicisti…loro avevano un pubblico, mentre tutti gli altri erano il pubblico. Internet ha radicalmente trasformato tutto questo, offrendo a tutti l’opportunità e gli strumenti per poter rivolgersi all’altro pubblicamente. … Leggi tutto Abbiamo bisogno dell’Altro!

Non è tutta colpa di Google!

Come esseri umani siamo portati ad evitare ciò che mette in discussione e che rappresenta la diversità. La vita quotidiana di ciascuno di noi è piena di esempi di questo tipo. Se si può scegliere tra una strada già fatta mille volte e una strada nuova, la maggioranza delle persone sceglierà automaticamente quella conosciuta. Questo … Leggi tutto Non è tutta colpa di Google!

Online siamo più veri?

“But is my collection of status updates, photos, videos, blogposts and podcasts really me? It’s one expression of self, for sure. It’ s also one that I manipulate”. Nell’introduzione al testo Untangling The Web, Aleks Krotoski, psicologa che studia il web e che conduce il programma Digital Human sulla BCCradio, si chiede se tutto quello … Leggi tutto Online siamo più veri?

Possiamo ancora vivere senza telefono e Internet?

Qualche giorno fa ho parlato ad un amico del mio lavoro, della passione per le nuove tecnologie, di come le app sui dispositivi mobile possano essere utilizzate dai bambini per scoprire l’ambiente circostante. Lui mi ha ascoltato e ad un certo punto mi ha detto: “Sai qual è la cosa che non mi convince di tutta … Leggi tutto Possiamo ancora vivere senza telefono e Internet?

Una grande opportunità…Chiacchierata con Luca Prasso di Curious Hat

La chiacchierata con Luca Prasso, CEO e cofondatore di Curious Hat, è iniziata con il racconto della mia esperienza con un gruppo di genitori preoccupato per l’utilizzo che i loro figli fanno delle nuove tecnologie. Luca Prasso, prima di fondare Curious Hat nel 2011, lavorava alla DreamWorks Animation, dove è stato parte integrante del team che … Leggi tutto Una grande opportunità…Chiacchierata con Luca Prasso di Curious Hat

Distanze digitali

Qualche giorno fa, durante un colloquio, ho chiesto ad una ragazza di 20 anni di inviarmi il suo curriculum via mail. Lei è rimasta silenziosa e mi ha guardato con stupore. Dopo un attimo di silenzio mi ha chiesto: “…e come si fa a mandare una mail?”. A questo punto, lo ammetto, sono stato io … Leggi tutto Distanze digitali

Cyberbullismo e drama: giovani alla ricerca dell’attenzione

Danah Boyd, nel suo libro It’s complicated, nel capitolo sul Bullismo parla di un social network  che è stato accusato di incitazione alla violenza da parte di genitori, insegnanti e media. Su questo social network è possibile fare delle domande in forma anonima e spesso le interazioni tra ragazzi si sono trasformate in veri e … Leggi tutto Cyberbullismo e drama: giovani alla ricerca dell’attenzione

Senza un nome e senza un corpo

Chiedere ad un ragazzo se usa i social media non ha più molto senso. Più corretto è invece chiedergli quali social utilizza di più, con quali si trova meglio, in che modo ne differenzia l’uso. I social media, per i ragazzi, rappresentano oggi uno spazio da abitare, un luogo in cui incontrarsi, raccontarsi, scambiarsi opinioni … Leggi tutto Senza un nome e senza un corpo

Un “selfie” al giorno per costruire la propria identità?

Qualche giorno fa, prendendo in mano un iPad, una ragazza di 16 anni mi dice: “Con questo si fanno delle selfie giganti!!!!”. Tra me e me ho pensato: “Eccezionale…un iPad è capace di fare infinte cose ma la prima cosa che una ragazza nota è la grandezza dello schermo e la sua faccia ripresa a … Leggi tutto Un “selfie” al giorno per costruire la propria identità?

Se “digitale” fa rima con “proprietà privata”

Problema: Mauro, padre di due figli, vede un parcheggio. Si avvicina al parcheggio soddisfatto, incredulo, sereno; succede raramente di trovare posto al primo colpo proprio sotto casa. Quando affianca la macchina al parcheggio conosce Antonio, anche lui padre di due figli: Antonio è in piedi, fermo sul parcheggio. “Mia moglie sta arrivando a casa. Ho … Leggi tutto Se “digitale” fa rima con “proprietà privata”