Controllare il telefono dei figli. Tra rispetto e invadenza

Questo articolo è stato pubblicato sulla piattaforma Mamamò.it Alzi la mano chi non ha mai controllato messaggi, profili social e rullino fotografico del telefono dei figli.  Solitamente, quando pongo questa domanda ai genitori, le mani si alzano tra sguardi complici e sorrisi imbarazzati. C’è chi dice di farlo solo in determinate situazioni, chi lo fa tutte …

Il momento è complicato. E la colpa non è dei social

Ho letto che la vittoria ai campionati del mondo della Francia ha scatenato un po’ di razzismo sui social. C’è chi dice che ad aver vinto i mondiali è stata l’Africa e non la Francia. A parte il fatto che la vittoria "dell’Africa" sarebbe una notizia bellissima, ormai non mi stupisco più. Ho (quasi) smesso …

L’amore di una madre

"Si tratta, per il bambino, di includere se stesso nella relazione come l’oggetto dell’amore della madre. Si tratta per lui di cogliere che è lui stesso a portare il piacere alla madre. Una delle esperienze fondamentali del bambino è quella di sapere se la sua presenza comanda, anche per poco, quella presenza che gli è …

Donare ciò che non si possiede

"Non c’è dono possibile più grande, segno d’amore più grande del dono di ciò che non si ha. […] Nel dono d’amore, qualcosa viene dato per niente e non può essere altro da niente. Ciò che costituisce il dono è il fatto che un soggetto dia qualcosa in modo gratuito, nella misura in cui dietro …

Sentirsi violati sui social network

Da una parte l’esposizione. Le foto, i commenti, i pensieri pubblicati sul proprio profilo. Dall’altra il sentirsi violati al pensiero che qualcuno visualizzi la propria pagina personale. Una giovane ragazza mi spiega che queste due affermazioni non sono per niente in contrapposizione, come invece potrebbe sembrare. Lei pubblica le sue foto senza vergogna e sa …

Al di là del libro. Meglio su carta o in digitale?

Il futuro è in digitale. Già, ma andiamoci piano. Una ricerca portata avanti dall’Università del Maryland, e raccontata da La Stampa qualche giorno fa, ha messo in luce alcune grosse differenze tra la lettura su carta e quella su schermo. In breve, la lettura in digitale permette una comprensione del testo generale simile a quella …

#Sentiment

Venerdì 6 Ottobre, all'interno dell'Internet Festival di Pisa, Nasci, cresci e posta ha cominciato svelarsi. #Sentiment era la parola chiave del Festival 2017 e non c'è termine migliore per sintetizzare anche il nostro libro. I social network hanno a che fare con la vita, con le emozioni, con le relazioni, con l'identità...in una sola parola, …

C’è sempre qualcosa che non quadra

In questi giorni mi sono confrontato con un collega sul senso della psicoanalisi e, più nel dettaglio, su come dobbiamo intendere la cura. La clinica, ci dicevamo, richiede sempre di aspettare il tempo dell'Altro anche se nella società attuale, frenetica, affamata di risposte e bulimica, questo tempo sembra sempre mancare. Per questo oggi assistiamo alla …

Osservati speciali. Come Facebook e Twitter sono entrati nella mia vita

“Facebook ci osserva, e poi usa quello che sa di noi e del nostro comportamento per vendere pubblicità. Non credo che esista uno scollamento più totale tra ciò che un’azienda dice (“mettere in contatto”, “costruire comunità”) e la realtà commerciale.” Leggendo John Lanchester su Internazionale n.1222 non si può che provare un certo disagio. Fin …

Nasci, cresci e posta. I social network sono pieni di bambini: chi li protegge?

Uscirà a fine Settembre il libro Nasci, cresci e posta. I social network sono pieni di bambini: chi li protegge? che ho scritto insieme al bravo Simone Cosimi, giornalista che collabora con numerose testate nazionali. Nel parlare dell’uscita del libro con alcuni amici ho portato due esempi per me molto significativi. Appena nati, dopo l’ostetrica, …

Genitori su Facebook

Manuali, app, consigli di esperti, laboratori per genitori…fare il genitore sembra essere diventato un mestiere. Lo dico con un filo di apprensione e un po' di preoccupazione, da genitore e psicoanalista. L’idea che pervade la nostra contemporaneità è che acquisendo le giuste competenze genitoriali si possa diventare buoni genitori in grado di far crescere un …

Al di là di Facebook. Come sta cambiando il rapporto dell’uomo con il reale

Inizio oggi, con la pubblicazione di questo articolo, ad affrontare il tema del rapporto dell’essere umano contemporaneo con il reale. Penso che questa possa essere una buona porta d’accesso per parlare dell’uomo al di là di internet e dei social network: il cambiamento che sta avvenendo, lo dirò in questo articolo, va infatti ben oltre …

Analizzare, educare e governare: sfide impossibili?

“Quando si educa si è sempre in in perdita”, scrivevo nell’ebook Educazione Digitale qualche anno fa. Lo ripeto anche quando incontro i genitori, scorgendo nei loro sguardi un misto di incredulità e approvazione. Ma è così, non c’è modo di trasformare il mestiere dell’educazione in qualcosa che arricchisca. Questo significa anche che chiunque proponga il …

Le macchine pensanti

9 Febbraio 1955. Lacan sta tenendo la decima lezione del suo secondo seminario, intitolato L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi. Il seminario è molto bello, interessante sotto innumerevoli punti di vista. Lacan riprende Freud passo passo, chiede di leggerlo con attenzione, di non precipitarsi a voler capire e interpretare quello che …

Appassionati di gaming. Quando il videogame diventa una gabbia. Facciamo chiarezza

Partiamo dall’inizio. Ovvero da quando i primi clinici hanno cominciato a incontrare ragazzi che mostravano dei sintomi tipici delle dipendenze in ragazzi che passavano molte ore della loro giornata a giocare al computer. Dipendenze da Internet, le hanno chiamate, e hanno preso a prestito i criteri diagnostici del gioco d’azzardo patologico apportando qualche piccola modifica. …