Dipendenze da Internet e Cyberbullismo: il vademecum per genitori fatto dai genitori

Gruppi per genitoriNegli ultimi anni si sono moltiplicati i vademecum e le linee guida per un’educazione digitale sicura. Mi sono però sempre chiesto se tutte queste indicazioni fossero effettivamente utili, ovvero se i genitori riuscissero a seguire questi consigli. Il mio dubbio è che alcuni genitori, leggendo le linee guida, dicano: “Bello, interessante, giusto…ma la vita è un’altra cosa”.

Per questo motivo, durante il terzo e ultimo incontro del gruppo @Oltre la rete, ho chiesto ai genitori di scrivere loro stessi un vademecum, in modo tale che potesse essere adatto alle loro reali esigenze. Il risultato, a mio parere, è sorprendente e queste linee guida sono davvero molto interessanti e concrete. Una buona educazione digitale passa anche da questi semplici passi.

1.Proporre ai ragazzi esperienze in cui devono rinunciare ad utilizzare la tecnologia, per far sentire che la realtà che stanno vivendo non è l’unica possibile. Tutti i ragazzi sanno usare quasi di sciuro Google Maps ma lo stesso non si può dire per quanto riguarda il Tuttocittà: cosa succede quando lo smartphone è scarico?

2.Invitare il ragazzo ad uscire maggiormente con gli amici e non semplicemente a sentirli via chat, facebook, WhatsApp,…

3.Raccontare ai figli la propria esperienza su Internet e con Internet (non solo quello che si fa su Internet ma anche le conoscenze che si apprendono relative a questo tema).

4.Parlare delle attività che i ragazzi portano avanti su Internet: occorre essere curiosi per quello che i propri figli fanno online.

5.Iscriversi a qualche Social Media per provare a capirne il funzionamento prima di farlo fare ai figli.

6.Proporre ai figli attività di tipo “fisico” in cui sia necessario uscire di casa e incontrare altre persone.

7.Vivere esperienze “concrete” insieme ai ragazzi.

8.Cercare dei momenti in cui fermarsi insieme ai figli per parlare e confrontarsi sulle cose che capitano nella loro vita, sia online che offline. La vita moderna è frenetica e spesso si sacrificano proprio questi momenti.

9.Responsabilizzare i figli ad un uso corretto di Internet. Quello che succede online ha delle ricadute nella vita “reale”.

10.”Un pranzo con il figlio”, ovvero trovare il modo di dedicare del tempo ai figli.

11.Non sfiduciarsi quando le cose non vanno per il meglio, ma insistere nella ricerca di un buon canale comunicativo.

12.Utilizzare Internet e i Social Media per fare rete con gli altri genitori.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...