Un Avatar si può ammalare?

AvatarLa parola Avatar deriva dalla religione induista e significa “disceso”: con Avatar si intende l’assunzione di un corpo fisico da parte di Dio o di uno dei suoi aspetti. Nei giochi, in particolare nei MUD, ovvero i Multi User Domain, giochi in cui i personaggi sono tutti o quasi tutti impersonificati da persone, ogni giocatore è rappresentato da uno o più Avatar. La scelta dell’Avatar non è totalmente libera, perché molto dipende dall’ambientazione del gioco, fantasy piuttosto che ambientata in un certo periodo storico; il giocatore, potendo scegliere all’interno di una serie di possibilità, va dunque a costruirsi il suo Avatar, lo nomina e da quel momento entra nel gioco. Sottolineo che l’Avatar non è una creazione totale della persona, ma è guidata, suggerita anche da criteri economici (vuoi mettergli la divisa d’oro invece che quella base? Paga…). In questi giochi non esiste la possibilità di salvare, ovvero non è mai possibile sospendere il gioco, interromperlo definitivamente: il gioco va sempre avanti, c’è sempre qualche Avatar in giro. Le missioni che devono essere portate avanti, seguendo il filo della narrazione che spetta agli ideatori del gioco e non ai giocatori, possono essere individuali o collettive, ma l’attenzione è sempre posta all’individuale più che al gruppo, nel senso che è il singolo Avatar a crescere di potere, ad acquisire forza, a scalare la classifica e, dunque, la stessa relazione con gli altri Avatar è funzionale alla crescita del mio Avatar. L’aspetto della relazione tra Avatar, però, è tenuta molto in considerazione e può essere via chat, scritta, oppure, orale. Cito, a tale proposito le parole dello scrittore Andrew Keen, che ha scritto testi in cui critica il Web 2.0, durante il festival internazionale del giornalismo tenutosi a Perugia in questi giorni: “L’inganno (del web 2.0) consiste nel far sentire gli utenti protagonisti di una rete di relazioni, alimentando così il narcisismo ed il bisogno di visibilità”. Tra Avatar si parla del gioco, delle missioni, ma anche di altre cose…tra Avatar ci si può sposare organizzando veri e propri matrimoni. Tra Avatar si può partecipare a feste organizzate in un certo periodo e in determinato luogo del gioco…l’esperienza che si può vivere all’interno di uno di questi giochi sembrerebbe essere pertanto completa, al punto che la divisione tra corpo e pensiero sembrerebbe essere perfettamente compiuta: il corpo nella stanza e il pensiero su internet. In effetti, ciò che rimane escluso, è proprio il Reale del corpo. Talmente escluso che alcuni ragazzi possono non sentire più l’appetito, o accontentarlo in parte solo per poter continuare nel gioco. In questi giochi, nel rapporto con il proprio Avatar, che cosa avviene? Un giovane paziente mi disse che nel gioco emerge il tuo vero essere, che se vinci hai vinto tu, non il tuo Avatar, e che le emozioni che provi sono le tue. L’Avatar sembrerebbe pertanto essere un corpo perfetto dentro al quale si incarna l’anima del giocatore, rendendo così unico quell’Avatar. Il giocatore in quel corpo si riconosce, lo cura, lo migliora, al punto da arrivare anche a spendere dei soldi per renderlo ancora più forte e perfetto. Ma che cos’è ad essere curato se non il proprio Io ideale espresso nell’alterità dell’Avatar, facendo diventare l’Avatar un oggetto sul quale vengono spostati gli investimenti libidici dell’Io? Nel virtuale digitalizzato, infatti, si può fare esperienza di andare oltre il limite del Reale senza sentire alcun limite, tutto è reversibile e dunque possibile: l’impossibilità del Reale viene messa in discussione con il virtuale digitalizzato. Concludo riprendendo un passaggio che Freud fa in Psicologia delle Masse a analisi dell’Io (1921): “Quando qualcosa nell’Io coincide con l’Ideale dell’Io si determina sempre una sensazione di trionfo”. Ecco perché è così difficile che un Avatar si possa ammalare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...