dott. Alberto Rossetti


IMG_1073

Sono psicoanalista e psicoterapeuta iscritto all’Albo degli Psicologi della Regione Piemonte (n.5914 – Ordine Psicologi Piemonte). 

Mi occupo della cura del disagio psichico, nelle varie forme in cui si manifesta nell’adulto e nell’adolescente. In particolare, mi sono specializzato nel trattamento dei sintomi contemporanei.

Alla mia attività clinica ho da sempre affiancato un lavoro di prevenzione a diretto contatto con ragazzi, genitori e insegnanti. Porto avanti in diverse scuole progetti che trattano le tematiche dell’utilizzo di social network, videogame, dipendenze da internet e hikikomori.

A tenere insieme tutto il mio lavoro lo studio di Freud e Lacan, e la scrittura. Partendo dal blog, passando per gli articoli, fino ad arrivare ai libri, scrivo e racconto del disagio della civiltà all’interno della nostra società contemporanea: sono convinto che sia questo il punto di partenza per leggere il presente.

 

 

 

 

 

 

Annunci

Di cosa mi occupo

CLINICA

Svolgo colloqui di psicoterapia con adolescenti, adulti, coppie e famiglie. Può rivolgersi a me chiunque stia vivendo un momento di difficoltà.

Il sintomo, nell’adulto o nell’adolescente, può assumere svariate forme (ansia, fobie, problematiche relazionali, disturbi dell’umore, problematiche sessuali, dipendenze con o senza sostanze) ed è importante chiedere aiuto quando ci si trova a confrontarsi con un disagio che non si riesce più a controllare.

Altre volte può essere necessario rivolgersi ad uno psicoterapeuta in concomitanza ad eventi stressanti della propria vita, come ad esempio lutti, separazioni, conflitti con i figli.

PREVENZIONE

Porto avanti progetti di educazione digitale in alcune scuole di Torino e provincia. Gli interventi nelle scuole hanno come obiettivo quelli di portare i bambini e i ragazzi a confrontarsi con i cambiamenti che le nuove tecnologie stanno introducendo nelle nostre vite.

Uno di questi progetti è “Parole nel virtuale”, pensato e portato avanti in alcune scuole primarie di Torino.

Su queste tematiche organizzo anche gruppi, incontri, corsi di formazione per genitori, insegnati e educatori.

RICERCA

Social network, videogame, nuove tecnologie…Fin dal 2011 ho avuto modo di occuparmi di ragazzi che instauravano un rapporto con il computer così importante da escludere qualsiasi altra forma di attività e relazione.

Su questo tema ho dedicato molti dei miei studi e delle mie ricerche e nel corso degli anni ho ampliato la mia riflessione al tema più generale del rapporto della nostra contemporaneità con queste nuove tecnologie.

Molti giornalisti mi chiedono pareri, interviste e commenti su queste tematiche e penso che questo sia il segno che ci sia bisogno di approfondire questi cambiamenti che ci stanno attraversando.

 

 

Nasci, cresci e posta. I social network sono pieni di minori: chi li protegge?

nasci_cresci_posta_piatto

“Sui social network esistono degli spazi non presidiati da adulti, sui quali i bambini sono liberi di muoversi in completa libertà e i gestori di piattaforme possono ottenere dati e informazioni su di loro senza passare per le leggi a tutela dei minori. E questo accade perché i bambini sono un target molto facile da colpire in termini di marketing.

Per crescere in un contesto del genere è necessario che i bambini imparino a parlare prima che a utilizzare le emoji, che provino a esprimere i propri sentimenti di fronte a un altro essere umano senza utilizzare uno smartphone, che riescano a distinguere un palcoscenico dalla vita reale, e per tutto questo, che piaccia o no, serve la testimonianza vera, e per questo anche imperfetta, di un adulto.”

 

Questo libro andrebbe letto per cercare di recuperare ciò che ci manca nella comprensione di come il panorama tecnologico sia cambiato coinvolgendo le nuove generazioni. Conoscere a fondo la tecnologia serve non solo a colmare un gap informatico, ma anche a interpretare correttamente e collocare al giusto posto i nuovi fenomeni comportamentali che ruotano at- torno alla vita quotidiana dei minori sui social network, e questo attraverso una visione critica che non sia ostile per principio a tutti questi fenomeni, ma che cerchi di comprendere come molti dei fattori contenuti in essi siano ormai parte della quotidianità dei più giovani, siano il loro modo di “essere” e di “esserci” nella società. Sono da tempo convinto che prima, e accanto, a un’opera di educazione civica digitale, che da anni si domanda venga introdotta nelle scuole, sia necessaria una nuova opera di educazione civica “tradizionale”, di ritorno alla legalità e al suo insegnamento. I problemi sociali vengono, infatti, prima dei problemi tecnologici, e molte questioni emerse sui social e sulle reti potrebbero essere risolte operando alla base.

Dalla prefazione di Giovanni Ziccardi

 IL LIBRO SARÀ DISPONIBILE IN EBOOK DAL 28 SETTEMBRE E IN LIBRERIA DAL 5 OTTOBRE.
PER ALTRE INFORMAZIONI VISITA IL SITO DI CITTÀ NUOVA

 

PRESENTAZIONI

6 OTTOBRE 2017: Pisa, ore 18, teatro Sant’Andrea. All’interno della cornice dell’Internet Festival presenteremo il libro insieme al prof. Giovanni Ziccardi, a cui siamo grati per la bella prefazione.

8 OTTOBRE 2017: Torino, ore 12, presso lo spazio “Giardino Forbito” al gazebo dei Giardini Sambuy di piazza Carlo Felice. All’interno della manifestazione Portici di Carta presenteremo il libro insieme all’avv. Carlo Blengino.

PARLANO DEL LIBRO

Sul sito di Città Nuova: Social e minori. Come tutelarli?

 

 

 

Il Blog

Osservati speciali. Come Facebook e Twitter sono entrati nella mia vita

“Facebook ci osserva, e poi usa quello che sa di noi e del nostro comportamento per vendere pubblicità. Non credo che esista uno scollamento più totale tra ciò che un’azienda dice (“mettere in contatto”, “costruire comunità”) e la realtà commerciale.” Leggendo John Lanchester su Internazionale n.1222 non si può che provare un certo disagio. Fin …

Nasci, cresci e posta. I social network sono pieni di bambini: chi li protegge?

Uscirà a fine Settembre il libro Nasci, cresci e posta. I social network sono pieni di bambini: chi li protegge? che ho scritto insieme al bravo Simone Cosimi, giornalista che collabora con numerose testate nazionali. Nel parlare dell’uscita del libro con alcuni amici ho portato due esempi per me molto significativi. Appena nati, dopo l’ostetrica, …

Contatti

Ricevo a Torino, in Corso Tassoni 37. 

Per richiedere un appuntamento potete usare il telefono,  la mail o compilare il form che trovate qui sotto.

telefono: 3474452581

mail: albe.rossetti@gmail.com

Alcune foto presenti nel sito sono di Ryan McGuire e sono distribuite gratuitamente attraverso il sito GRATISOGRAPHY .

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Italia.